Prestiti con o senza garanzie? Guida al confronto, tipologie di finanziamento, pro e contro

327

Indice dei contenuti

I prestiti senza garanzie sono i protagonisti del nostro blog: spesso vi abbiamo parlato di come ottenerli, di come sfruttarli al meglio, di quali accortezze prendere prima di firmare il contratto e così via. Oggi, però, vogliamo dedicare la nostra guida al confronto completo tra prestiti senza garanzie e prestiti con garanzie. In questo modo tutti i nostri utenti potranno decidere quale sia il tipo di contratto migliore per le loro necessità. Nelle prime sezioni della guida vedremo quali sono le caratteristiche di entrambe le tipologie di prestito, poi vedremo i pro e i contro di ognuno, per poi darvi qualche consiglio su quale contratto sia migliore in alcune situazioni “tipo”. Per cui, se siete interessati a conoscere le differenze tra i finanziamenti senza garanzie e quelli con garanzie vi consigliamo di leggere la nostra guida di oggi fino in fondo! Buona lettura.

Prestiti con garanzie

Iniziamo a parlare degli “stranieri” per quanto riguarda la tematica principale del nostro blog: i prestiti con garanzie. I servizi di cui stiamo parlando si basano sull’offerta, da parte del richiedente, di solide garanzie che diano la sicurezza matematica alla banca sul ritorno del denaro prestato. 

I prestiti con garanzie sono quelli che, solitamente, vengono concessi con pochissime obiezioni da parte della banca: l’utente prova che il sui stipendio sia sufficiente a saldare ampiamente le rate e dimostra di avere sufficiente stabilità economica da poter sopportare il peso delle rate mensili.

Le garanzie che si possono offrire sono moltissime ma, come si può facilmente immaginare, la più apprezzata dalle banche e dalle finanziarie è uno stipendio mensile fisso e garantito per molto tempo. 

Ovviamente ci sarebbero molti più dettagli da dire riguardo i prestiti con garanzie ma per mantenere la guida di oggi entro lunghezze ragionevoli, ci fermiamo ai fondamentali del servizio in questione. 

Prestiti senza garanzie

Nel caso in cui un utente non possa fornire garanzie solide può comunque richiedere un prestito, grazie ai servizi senza garanzie. Questo tipo di prestiti, contrariamente a quanto si possa pensare, richiede comunque delle garanzie ma sono molto semplici da fornire.

Una delle garanzie che viene più spesso richiesta in un prestito senza garanzie è la firma di un garante, ovvero una persona che si faccia carico del saldo delle rate nel caso in cui l’utente che stipula il contratto non possa provvedere al saldo.

Può sembrare una contraddizione il fatto che il prestito senza garanzie richieda comunque delle garanzie. Per questo motivo ci teniamo a sottolineare che le garanzie richieste dal tipo di servizi che stiamo trattando sono molto semplici da fornire e spesso si basano su redditi, beni materiali oppure garanti.

Confronto tra prestiti con e senza garanzie

Veniamo ora alla parte più importante del nostro articolo: il confronto tra le due tipologie di servizio. Questa sezione della guida sarà organizzata in questo modo: dichiareremo alcuni aspetti del servizio e poi, nel modo più preciso possibile, procederemo ad analizzare le differenze tra i due servizi in quei precisi aspetti.

Iniziamo parlando della somma disponibile per il prestito. Questo aspetto dei servizi di cui stiamo discutendo è molto importante: la somma massima di denaro che si può richiedere alla banca incide direttamente sull’utilità del prestito per alcuni utenti che vogliono realizzare progetti o investimenti particolarmente importanti dal punto di vista economico. Iniziamo subito col dirvi che, nel caso del prestito con garanzie, la somma che la banca è disposta a concedere è decisamente maggiore. Questo perché, ovviamente, la banca è sicura che il denaro prestato torni nelle casse celermente. I servizi senza garanzie, invece, danno accesso a somme di denaro decisamente minori che non minano la sicurezza economica dell’utente e, soprattutto, sono relativamente facili da restituire alla banca.

Il numero delle rate è un altro aspetto importante per la scelta del servizio da sottoscrivere: un utente potrebbe voler frammentare il più possibile il prestito così da avere più tempo per saldare il debito, oppure potrebbe preferire poche rate in modo da risparmiare sugli interessi. Anche in questo caso dobbiamo partire dal prestito con garanzie il quale, in funzione alla maggiore sicurezza che l’utente fornisce alla banca, offre una possibilità di personalizzazione decisamente maggiore. Il prestito senza garanzie, invece, è più limitato proprio perché le banche vogliono tenere sotto controllo la durata in modo che l’utente non venga sommerso dagli interessi ma non abbia rate insostenibili.

I servizi aggiuntivi sono un aspetto sul quale, ancora una volta, il prestito con garanzie ha la meglio: offrendo delle solide garanzie ad una banca si ottengono prestiti molto più importanti e, di conseguenza, si hanno moltissimi servizi aggiuntivi (assicurazioni, polizze aggiuntive e così via).

Per quanto riguarda la facilità di ottenimento del prestito, invece, i servizi senza garanzia sono molto vantaggiosi. Pur essendo vero che i prestiti con garanzie vengono spesso accettati facilmente dalla banca, i prestiti senza garanzia possono essere richiesti anche da studenti universitari, casalinghe e tutte quelle fasce sociali che non possiedono un salario fisso. Senza contare che anche i liberi professionisti possono richiedere un prestito senza garanzie per poter avviare la propria attività.

Consigli per la scelta

A questo punto possediamo tutti gli strumenti per valutare quale dei due prestiti sia il migliore. Ovviamente dobbiamo specificare che non esiste un servizio che nel cento per cento dei casi è migliore dell’altro, esistono però alcune situazioni in cui un prestito senza garanzie è più indicato o viceversa. 

Nel caso in cui si disponga di uno stipendio fisso, ovviamente, non c’è motivo per non scegliere un prestito senza garanzie: i vantaggi offerti da questo tipo di servizio sono molti e si possono addirittura adottare delle strategie per saldare anticipatamente il prestito o per destinare direttamente parte dello stipendio al saldo della rata. Inoltre, nel caso dei servizi con garanzie, le rate possono essere saltate, accorpate o rimandate.

Nel caso in cui, invece, non si possano offrire garanzie avanzate, la scelta è abbastanza obbligata. Il prestito senza garanzie permette a tutte le fasce sociali che non posseggono un reddito mensile fisso di richiedere un prestito. Ovviamente il servizio in questione è ridotto sia per quanto riguarda la somma totale, sia per quanto riguarda la flessibilità delle singole rate, sia per quanto riguarda la disponibilità di servizi extra. Ciò non di meno, le ridotte dimensioni del prestito di cui stiamo parlando non sono necessariamente una lato negativo: un prestito “piccolo” è facile da stipulare, da restituire e viene suddiviso in un numero di rate tali da non avere troppi interessi.

I prestiti senza garanzie sono perfetti per realizzare i progetti di coloro che non possiedono uno stipendio fisso. Uno studente universitario, ad esempio, può richiedere un piccolo prestito senza garanzie (indicando un famigliare come garante) per pagare le tasse universitarie. Le piccole rate, di conseguenza, potranno essere saldate con un lavoro stagionale nel periodo di minore studio e così via. 

Nel caso in cui si vogliano realizzare progetti molto grandi, come ad esempio la costruzione di una prima casa, allora è necessario optare per un prestito con garanzie. In questi casi le somme di denaro sono tali da richiedere numerose rate con interessi relativamente importanti, per cui le banche vogliono delle solide garanzie.

A questo punto possiamo avviarci verso la conclusione della nostra guida completa con tutto quello che c’è da sapere riguardo al confronto tra i prestiti senza garanzie e quelli con garanzie. Ci auguriamo vivamente che la nostra guida vi abbia aiutati a chiarire qualsiasi dubbio riguardo i servizi protagonisti del nostro blog: nel caso in cui vogliate optare per la stipulazione di un contratto senza garanzie, vi consigliamo di raccogliere maggiori informazioni all’interno del nostro blog, abbiamo pubblicato numerose guide che entrano nel dettaglio di ogni singolo aspetto del servizio in questione. Come sempre vi ringraziamo per l’attenzione e il tempo che ci avete dedicato per leggere la guida di oggi: alla prossima!