Prestiti senza garanzie finalizzati: come funzionano, quali documenti presentare

196

Indice dei contenuti

Investire in un progetto non è mai un’impresa facile: sia che si tratti di acquistare l’auto dei propri sogni, sia che si tratti di acquistare la propria casa, spesso i costi dei beni di questo tipo possono essere molto importanti. La maggior parte dei lavoratori con busta paga può richiedere, per far fronte alla necessità di denaro da investire nei beni più costosi, un prestito finalizzato: una particolare tipologia di prestito dedicata a determinati acquisti. Il prestito finalizzato è una soluzione comune ed efficace.

Alcuni dei nostri utenti, sapendo qual è l’argomento principale del nostro blog, ci hanno chiesto se sia possibile stipulare dei contratti per dei prestiti senza garanzie finalizzati. Nella guida di oggi, quindi, abbiamo deciso di affrontare questo argomento, raccontandovi in maniera dettagliata tutto quello che c’è da sapere riguardo ai prestiti senza garanzie finalizzati: come funzionano, quali limitazioni hanno, quali sono i documenti richiesti, chi può stipularli e molto altro ancora.

Quindi, se volete stipulare un prestito che possa darvi la liquidità necessaria ad acquistare una nuova tv, leggete la guida di oggi fino alla fine perchè il servizio in questione potrebbe fare al caso vostro: buona lettura! 

Prestiti finalizzati: che cosa sono?

Un prestito finalizzato è una tipologia molto particolare di servizio che nasce per far fronte a particolari bisogni del pubblico. Con l’aumentare di popolarità dei prestiti come mezzo per acquistare beni di consumo le banche si sono trovate, sempre più spesso, a dover negare la concessione di piccoli prestiti a privati. Questi prestiti sarebbero stati destinati all’acquisto di televisori, personal computer, elettrodomestici, automobili, arredamento per la casa, infissi e così via. Per far fronte al problema le banche hanno sviluppato i prestiti finalizzati: dei prestiti che vengono concessi contestualmente all’acquisto di un bene.

Solitamente i prestiti finalizzati vengono concessi direttamente nei punti vendita: un utente va in un concessionario, sceglie l’auto che gli piace e, invece di pagare direttamente con il suo denaro, richiede contestualmente all’acquisto un prestito per pagare l’auto. 

I prestiti finalizzati possono essere visti come piccoli “bonus” di liquidità utilizzati per fare fronte a spese relativamente piccole e che possono essere restituiti nel tempo con tassi abbastanza bassi.

Caratteristiche principali del prestito finalizzato

Quando si stipula un contratto per un prestito finalizzato ci sono degli aspetti molto particolari di cui bisogna tenere conto, vediamoli nel dettaglio.

Quando si stipula un contratto per un prestito finalizzato occorre specificare quale sia il bene che verrà acquistato con i soldi prestati. Questo, ovviamente, è un aspetto fondamentale ed un passaggio obbligatorio senza il quale non si può accedere a questo tipo di servizio.

Per quanto riguarda la documentazione necessaria, invece, il servizio che stiamo analizzando nella nostra guida di oggi segue le stesse normative degli altri prestiti. Occorre essere maggiorenni per richiedere il prestito e bisogna presentare una carta di identità o un altro documento valido. Inoltre occorre presentare delle garanzie, ma di questo ne parleremo in seguito.

Come viene stipulato un prestito finalizzato

I servizi protagonisti della nostra guida di oggi vengono quasi sempre stipulati all’interno del negozio in cui si compra il bene. Il negoziante, quindi, è anche il tramite tra l’utente e la finanziaria e si occupa di fornire tutti i dettagli del servizio all’utente.

Nella grande maggioranza dei casi i contratti sono redatti ad hoc dalla finanziaria in modo da risultare vantaggiosi per l’utente che compra un particolare tipo di bene. Il contratto viene quindi proposto essendo a conoscenza del prezzo del bene, del numero di rate disponibili per il saldo e così via.

In poche parole: spesso si firmano due contratti alla scrivania del concessionario, uno per il bene in questione e uno per il prestito finalizzato.

Prestiti finalizzati senza garanzie: come funzionano?

Poche righe fa abbiamo accennato al fatto che siano richieste delle garanzie per accedere ai prestiti finalizzati. Le garanzie sono un modo, per la banca, di assicurarsi il ritorno nelle casse del denaro prestato. Solitamente le garanzie più gettonate sono le buste paga o i redditi mensili che devono essere stabili e continui. Ciò non di meno è possibile richiedere dei prestiti finalizzati senza garanzia: come si fa?

Il prestito senza garanzie finalizzato viene concesso, nella grande maggioranza dei casi, per spese minime come ad esempio l’acquisto di un elettrodomestico. In molti dei contratti senza garanzie è richiesta soltanto la firma di un garante che si faccia carico del saldo delle rate nel caso in cui l’utente non disponga del denaro sufficiente. Nei casi in cui l’acquisto sia più importante, invece, viene richiesto di indicare dei beni materiali di valore come saldo alternativo nel caso in cui l’utente non dovesse avere sufficiente liquidità.

Quindi, è consigliabile stipulare un prestito senza garanzie finalizzato? Secondo la nostra opinione il servizio che vi abbiamo descritto nella nostra guida è un ottimo modo per casalinghe, universitari, liberi professionisti e tutte le fasce sociali senza una busta paga di ottenere una quantità di denaro sufficiente a realizzare un progetto. Questo tipo di prestiti è anche perfetto per far fronte a spese impreviste come il guasto di un elettrodomestico. Ovviamente sconsigliamo di stipulare questo tipo di contratti senza garanzie per spese molto grandi, in quanto l’utente potrebbe non riuscire a saldare tutte le rate con interessi. Va puntualizzato che la finalità prestabilita del finanziamento è un aspetto che incentiva le banche a concedere il prestito ma, in ogni caso, occorre avere una storia finanziaria ottimale per ottenere un prestito senza garanzie.

Con questo ultimo dettaglio possiamo concludere la nostra guida completa interamente dedicata ai prestiti senza garanzie finalizzati. Ci auguriamo di aver chiarito ogni possibile dubbio e di esservi stati utili! Nel caso in cui vogliate stipulare un contratto senza garanzie, vi consigliamo vivamente di dare un’occhiata alle altre guide che abbiamo redatto e pubblicato sul nostro blog: sicuramente troverete moltissime altre informazioni utili per scegliere il contratto più adatto alle vostre necessità! Anche questa volta vi ringraziamo per il tempo e l’attenzione che ci avete dedicato e ci auguriamo di rivedervi nella prossima guida qui sul nostro blog.