Prestiti senza garanzie per chi fa impresa: fasi, requisiti e informazioni

Indice dei contenuti

I prestiti senza garanzie per chi fa impresa vengono concessi a tutti quegli imprenditori che non possono presentare un garante, un reddito dimostrabile o un immobile da ipotecare ma hanno bisogno di liquidità per avviare un’attività o per potenziare un’azienda già esistente ma giovane e che non ha avuto modo di decollare.

In particolare, potete accedere a questa tipologia di prestiti se avete un’idea imprenditoriale che volete concretizzare ma non avete alcuna garanzia iniziale da presentare per ottenere altri tipi di finanziamento, oppure se avete bisogno di potenziare la vostra giovane attività, che è in una fase di stallo.

I prestiti senza garanzie per chi fa impresa

Tutti voi sanno, che una banca o un istituto di credito non concede delle somme in prestito a coloro i quali non riescono a garantire il rientro di esse tramite il pagamento di rate mensili.

Questo vale per tutte le altre tipologie diverse dai prestiti senza garanzie per chi fa impresa, pensati appositamente per incentivare l’imprenditoria, soprattutto quella giovanile e femminile.

Il fatto che questa tipologia di prestito sia concessa in assenza di garanzia, la rende differente da qualsiasi altro prodotto finanziario concesso ai privati.

I privati, infatti, non possono accedere al credito se non sono in grado di presentare un reddito dimostrabile o altri tipi di garanzie, come ad esempio una fideiussione o l’ipoteca su un immobile.

Nel caso dei prestiti senza garanzie per chi fa impresa, invece, la formula è molto più agile, poiché essi sono creati con l’obiettivo di intervenire nell’interesse non solo del singolo ma della società e finanche dell’ordine globale.

Il microcredito

Il Fondo di Garanzia in favore del microcredito attivato dallo Stato, prevede una serie di interventi che hanno come obiettivo l’agevolazione dei finanziamenti alle piccole e medie imprese che non sono in possesso delle garanzie necessarie per richiedere un prestito alle banche. In tal modo, si intende anche incentivare l’ingresso delle persone fisiche nel mondo del lavoro, fornendo loro un’importante opportunità occupazionale.

Nel microcredito rientra “l’attività di finanziamento indirizzata a sostenere l’avvio o lo sviluppo di un’attività di lavoro autonomo o di microimpresa. Questa potrà essere strutturata in forma individuale, in forma di associazione o società di persone, o ancora in forma di società a responsabilità limitata semplificata o società cooperativa“.

Il Fondo di garanzia è stato attivato per mezzo di un decreto del Ministero dello Sviluppo Economico, il quale definisce il percorso da compiere e le fasi da seguire per ottenere le garanzie. Queste ultime, coprono fino all’80% il finanziamento concesso.

Come funzionano i prestiti senza garanzie per chi fa impresa

Il microcredito è strutturato in modo da esercitare un effetto occupazionale, quindi da ottenere non solo un risultato economico ma anche e soprattutto sociale, in quanto agisce a favore dello sviluppo dell’imprenditoria, dell’incremento occupazionale e della produttività globale.

Proprio per questi motivi, la formula del microcredito non prevede il pagamento di una rata mensile da parte degli aventi diritto al finanziamento.

Ottenendo questa tipologia di prestito, potrete beneficiare di garanzie a fronte di finanziamenti concessi fino a 25000 euro, senza preoccuparvi di dover pagare una rata mensile. La somma ottenuta potrete investirla nell’acquisto di beni, materie prime e macchinari utili alla produzione, oppure per la realizzazione di corsi di formazione destinati al personale, in modo da innalzare il livello di know-how.

Una particolare attenzione è riservata a tutti coloro che richiedono il prestito per utilizzarlo nell’investimento in nuove tecnologie ecosostenibili o su impianti ad elevata efficienza energetica.

Come accedervi

Per il Fondo di garanzia si sono stipulate delle convenzioni con diversi soggetti finanziatori. Per richiederlo, dovrete collegarvi al sito dedicato al Fondo, in particolare nella sezione “microcredito”, nel quale troverete anche l’elenco di tutti i finanziatori.

Per ottenere il microcredito dovrete prenotarvi online e poi attendere l’assegnazione di un codice, che vi verrà inviato all’indirizzo e-mail lasciato da voi in fase di prenotazione.

Quando vi arriverà il codice, dovrete presentarvi entro cinque giorni presso uno dei soggetti finanziatori segnalati al quale potete richiedere il prestito.

Ricordate che, ai fini dell’ottenimento del finanziamento, è obbligatorio presentare un progetto imprenditoriale nel quale specificherete in modo chiaro la vostra idea, comprensiva di un business plan in cui sono elencate tutte le voci di spesa che giustificano la somma che state chiedendo in prestito.

Una volta presa in carico la vostra richiesta, il soggetto finanziatore la invierà per essere sottoposta all’attenzione e al giudizio del Gestore del fondo per la richiesta di garanzia.

A questo punto, non vi rimane che attendere l’esito favorevole o meno. Se, trascorsi circa due mesi dalla richiesta, non dovesse arrivare alcuna risposta, le risorse che erano state messe a disposizione del vostro progetto verranno nuovamente riassorbite nella disponibilità del fondo.

Alternative al microcredito

Il microcredito è indubbiamente il prodotto finanziario più appetibile per le piccole e medie imprese in difficoltà. Ma come fare se non riuscite ad accedervi o i tempi per l’ottenimento del finanziamento sono troppo lunghi per le vostre esigenze?

A questo punto, potete provare ad accedere ad altre tipologie di prestiti online. A differenza delle filiali, che sono sempre molto restie a concedere dei prestiti in presenza di scarse o nulle garanzie, le finanziarie che operano esclusivamente online vi concedono qualche possibilità n più. Si tratta solo di scoprire quale fra queste ha il prodotto finanziario che si può adattare meglio alle vostre esigenze.

Per scoprirlo, potete utilizzare uno dei tanti comparatori di prestito online grazie al quale, immettendo alcuni dati personali, specificando la somma che volete ottenere in prestito e le rate che volete pagare, vi sarà fornito un elenco di tutti i creditori online che sono disponibili a concedervi un prestito senza garanzie per chi fa impresa.

A quel punto, potete selezionare quelli che vi sembrano più convenienti, collegarvi ai loro siti e inoltrare una richiesta di preventivo. Nel giro di qualche ora sarete contattati da un consulente, che vi comunicherà l’esito favorevole o meno della vostra domanda di finanziamento e, in caso positivo, vi illustrerà il preventivo che avrà preparato per voi.

Adesso che avete tutte le informazioni utili, potete iniziare a provare ad accedere a un finanziamento statale o a un prestito online senza garanzie.